Anonim

Mossy Moor, 22 agosto 2000 - Abbiamo dovuto aspettare un po 'per una vittoria americana in Inghilterra. Sono trascorsi ormai più di due anni dal lancio del Giorno dell'Indipendenza della motocicletta Victory negli Stati Uniti, ma alla fine la line-up sta arrivando qui. Due modelli, il V92C e il V92SC, saranno presto in vendita nel Regno Unito. Io, il grande e nobile Glenn Le Santo, sono diventato uno dei primi inglesi a guidarne uno attraverso la campagna inglese.

Ho avuto la Victory V92C in prova abbastanza a lungo da sciogliere il motore inizialmente molto stretto da 92 pollici cubici (o 1507 cc in denaro europeo). Il motore funziona esattamente come dovrebbe, senza molto di fascia alta, ma tira forte attraverso la gamma media permettendomi di sedermi, rilassarmi, selezionare la marcia più alta e sparare attraverso le tortuose stradine inglesi. C'è un po 'di vibrazione dal grande motore a iniezione di SOHC ma non si intromette a meno che non si provi a strappare ogni ultimo bit di potenza dal V-Twin a 50 gradi. A quel punto suonerà le barre abbastanza da scuotere le ossa delle dita.

Il cambio ha ricevuto alcune critiche qui in Gran Bretagna da parte dei tester abituati al delicato prodotto necessario per selezionare una marcia su qualsiasi moto sportiva. In Gran Bretagna, le moto sportive dominano e gli incrociatori hanno ancora molta strada da percorrere fino a quando non vengono accettate come "vere" biciclette. Tuttavia, ho guidato molti incrociatori con un cambio di marcia più clunkier e non ho avuto problemi con il cambio tallone e punta del V92C. Sfortunatamente, la stessa cosa non si può dire della frizione che era abbastanza pesante da farmi male alle dita se l'ho lasciata in marcia a un semaforo. Non solo era pesante ma la frizione a cavo non era così progressiva come ci si potrebbe aspettare da una bici moderna. L'azione sembrava appiccicosa, come se il cavo fosse asciutto o scarsamente instradato e il "morso" potrebbe essere piuttosto improvviso, qualcosa che potrebbe catturare un ciclista meno esperto in un parcheggio.

Il distributore britannico, EPBarrus Ltd, mi aveva consegnato la bici a casa mia, un bel tocco. Sono l'unico distributore di moto che conosco che lo fa qui! Saltai in sella, girai il grosso motore con lo starter elettrico e lo misi in marcia. Sono rimasto scioccato quando la frizione ha innestato la guida all'improvviso e l'enorme incrociatore ha abbattuto la mia unità di ghiaia, sollevando una coda di gallo di ghiaia mentre mi aggrappavo. Ti ci abitui e portare la leva fuori dalla zona di attrito mentre aspetti che le luci cambino aiuta, ma sicuramente ha bisogno di essere guardato.

Una volta in movimento, tutto è come ti aspetteresti da un grande incrociatore: tanta coppia da quel V-Twin pulsante e un sedile posteriore, braccia in posizione di guida. Lo schermo, un'opzione montata sulla nostra bici di prova, ha aiutato a deviare il vento e ha mantenuto la guida confortevole. Mi ha anche tenuto tutti quei bug inglesi fuori dai denti. Ha aggiunto al rumore del vento, ma non sono stato colpito tanto quanto sono stato su alcuni incrociatori dotati di schermo. Inoltre, mi sono piaciute le pedane; Non riesco a vedere il punto di fare un incrociatore con pioli e, a differenza delle Harley dotate di pedane, il pedale del freno è posizionato in modo da poter ancora mettere il piede sulla tavola di destra senza una moltitudine di contorsioni.

La gestione è stata come ci si potrebbe aspettare da una bici che pesa 657 libbre a secco. E non dimenticare le gomme a palloncino; se provi a spingerlo lungo una strada inglese accidentata con qualsiasi tipo di velocità d'angolo e la parte posteriore gira come un culo da ballerino da discoteca. Ho scoperto che il piano migliore era quello di tirare giù la bici usando i tappi Brembo andando in curva, quindi prendere il gas il prima possibile e guidare la bestia senza problemi. Ciò ha rafforzato la parte posteriore e ha mantenuto le cose abbastanza stabili. Indietreggia in una curva mentre trasporta la velocità in curva e la bici oscilla di nuovo.

Sorprendentemente, per una bici di queste dimensioni, il V92C ha effettivamente sterzato rapidamente. Nel traffico o all'indietro nelle curve, la bici può essere girata semplicemente tirando quei manubri ampi, permettendoti di percorrere le curve più strette e lente con relativa facilità. Il freno anteriore, sebbene abbastanza potente, ha subito una buona pressione della leva massiccia per ottenere un vero sforzo di frenata. La migliore potenza frenante è derivata dall'uso del disco posteriore all'unisono con la parte anteriore, in quanto il pedale posteriore ha dato una buona potenza frenante senza bloccare il pneumatico posteriore a 160 sezioni.

Di ritorno in città, la Vittoria stava girando la testa e facendo cadere le mascelle, ma ho avuto l'impressione che la maggior parte delle persone pensasse fosse una Harley. Un vecchio, che si fermò ad ammirarlo in una stazione di benzina, chiese se fosse stato fabbricato in Inghilterra! Ci vorrà del tempo per educare il pubblico britannico che c'è un nuovo americano sul blocco. La bici di prova era equipaggiata con un paio di borse da sella in pelle utili per riporre gli intagli del lavoro del giorno in bicicletta come una macchina fotografica e un pranzo al sacco per quelle lunghe sessioni fotografiche. Erano anche utili per riporre gli impermeabili molto necessari; La Gran Bretagna è stata un luogo umido ancora più umido del solito nel 2000. Fortunatamente il sole è uscito quando ho portato la bici in un pittoresco villaggio inglese per fare qualche scatto, in modo che lo sfondo del cielo blu non sia stato disegnato sul computer - - è vero!

L'attrezzatura include un grande speedo con un piccolo tachimetro montato nello stesso quadrante. C'è anche

un'utile lettura digitale che, con l'aiuto di un interruttore a levetta sul gruppo di interruttori destro, scorre attraverso contachilometri, contachilometri parziale, orologio, indicatore del carburante e persino un dimmer per l'illuminazione dell'orologio. Il resto del cambio è proprio come si può trovare su qualsiasi altra bici al giorno d'oggi; tranne una Harley o una BMW, ovviamente, dove le cose sono ancora diverse.

La sella era ampia, solidale e molto confortevole; utile su un incrociatore in cui la maggior parte del peso viene trasportata sul sedere. Anche ergonomicamente amichevole, il motore della Victory riesce senza uno di quei coperchi del filtro dell'aria cromati montati lateralmente e giganti che trovo sempre parcheggiati proprio dove dovrebbe essere il mio ginocchio.

Mi è piaciuto il mio incantesimo con la Vittoria e ha fatto un piacevole cambiamento dal correre a velocità di curvatura sul nostro Triumph TT600 a lungo termine. Durante tutto il periodo di tempo in cui ho avuto la Vittoria, non ho vinto il Trionfo una volta. Sono scivolato in un solco di incrociatore e non potevo essere disturbato a salire su pelli a piena corsa e schivare trattori e trappole di velocità della polizia sul Trionfo.

È passato un po 'di tempo da quando ho guidato una Harley, quindi non voglio davvero sporgermi per confrontare i due marchi americani. Sebbene la Harley abbia una lunga storia e un distintivo difficile da battere per la credibilità della strada, anche nel Lincolnshire, molto lontano da Milwaukee. Se vuoi essere diverso ma guidare ancora americano, è l'unica scelta pratica disponibile in Gran Bretagna. Non sarei sorpreso di vedere il marchio Victory portare via alcune di quelle vendite Harley.

  • Feedback del lettore
  • Invia ad un amico
  • Stampare