Anonim

Abbiamo trascorso un mese a confrontare TomTom Rider 2nd Edition (MSRP $ 649, 95) e Garmin zūmo 660 (MSRP $ 799, 99), le ultime offerte GPS degli unici due principali fornitori di modelli specifici per moto in Nord America.

Ciascuno è pubblicizzato come progettato "per i motociclisti dai motociclisti", ed entrambi sono stati rilasciati nel 2009 come dispositivi di seconda generazione, arrivando alle calcagna dell'originale Rider e zūmo 450/550 rispettivamente.

Principali caratteristiche in comune

Si dice che Rider 2 e zūmo 660 costino di più rispetto alle unità orientate al settore automobilistico perché sono costruite per gestire le vibrazioni di una bici, hanno schermi touch utilizzabili con la mano sinistra o destra con i guanti e sono resistenti all'acqua con una classificazione "IPX7", il che significa che possono sopravvivere all'immersione in un metro d'acqua per 30 minuti.

Il fatto che siano in grado o meno di gestire una caduta dipende ovviamente da quanto duramente colpiscono, ma un rappresentante Garmin allude vagamente a uno zūmo sopravvissuto a una caduta di 50 mph dalla bici. E TomTom dice anche che i suoi Riders sono più duri delle sue unità automobilistiche.

Trovare spazio su un R1 di prima generazione per l'hardware di montaggio ha richiesto un po 'di creatività.

Entrambi sono dotati di hardware di montaggio orientabile a sfera e presa dello stesso fornitore di terze parti, Supporti RAM. Questo design in metallo e plastica ti consente di apporre il GPS sul freno o sulla staffa della frizione della bici con bulloni di ricambio più lunghi o sulla barra stessa con un morsetto a U, e si dice che ti permetta di "montare il tuo dispositivo praticamente ovunque".

A seconda del tuo stile di bici, questo può essere vero. Optare per bloccare a U il supporto su una R1 di prima generazione significava dover far scorrere verso l'alto la staffa della leva della frizione, e il controllo si sposta verso il basso per acquistare mezzo pollice di spazio libero affinché si adatti a malapena. Ciò ha reso le due unità GPS intercambiabili, ma entrambe hanno quasi baciato la carenatura interna al bloccasterzo completo e hanno dovuto essere inclinate verso il basso, il che era meno che ideale. Le bici con barre tubolari all'aperto non dovrebbero avere problemi, ma alcuni potrebbero scoprire che questo kit non funzionerà affatto e cercherà un piano B per improvvisare, fabbricare o acquistare.

Una volta attaccate, tuttavia, le unità montate su RAM erano abbastanza robuste da resistere a velocità del vento di livello 5 a livello di uragano. (Non chiedere come è stato determinato.)

Entrambi includevano software caricati su CD o disponibili come download online da utilizzare sul tuo PC o Mac modello successivo. I programmi consentono la registrazione del prodotto, gli aggiornamenti delle mappe, i backup di memoria, i percorsi o le mappe scaricati dai produttori o dalle società di mappe di terze parti, inserendo itinerari multi-stop e una serie di altre funzionalità e servizi.

Guida con TomTom Rider 2

Ecco cosa ottieni con TomTom Rider 2.

Il Rider 2 ha uno schermo diagonale da 3, 5 pollici, nessun altoparlante esterno e include un auricolare Bluetooth a singolo altoparlante Cardo SCALA RIDER per ascoltare indicazioni passo-passo, in mono, poiché questo GPS non ha stereo MP3 come lo zūmo 660. E se desideri ascoltare le indicazioni stradali in auto, dovrai acquistare il kit da $ 89, 95 che include un altoparlante e un cavo di alimentazione.

Purtroppo il Rider 2 nuovo in scatola sigillata, fornito da TomTom, era morto all'arrivo. Una chiamata all'assistenza tecnica ha rivelato che anche il Rider 2 aveva un problema insolito nel tenere in posizione la scheda di memoria SD e hanno chiesto che l'unità difettosa fosse rispedita. Ne abbiamo ricevuto uno nuovo tramite FedEx il giorno successivo con scuse profuse dal rappresentante di TomTom, che si era preso la responsabilità di aprire la scatola sigillata e installare la scheda SD per assicurarsi che lo stesso problema non si ripetesse.

Con la sostituzione ora attiva, abbiamo scaricato e installato il software TomTom Home, in questo caso su un MacBook utilizzando OSX Tiger 10.4.11.

Nel complesso, il software ha funzionato bene, ma ha detto che eravamo sfortunati usando la sua funzione "Operate my RIDER". Viene visualizzato un messaggio di errore: "Questa funzione non è ancora supportata per la combinazione del dispositivo di navigazione, della versione dell'applicazione del dispositivo e del sistema operativo del computer." Oh bene.

Sono stati offerti molti altri download e servizi gratuiti, tra cui il programma Home che voleva addebitare un abbonamento annuale rinnovabile di $ 79, 95 per aggiornare le mappe di Rider 2, che secondo lui era obsoleto di sette trimestri. Ma TomTom offre una garanzia di freschezza della mappa di 30 giorni e il rappresentante TomTom che ha fornito l'unità ha dichiarato che sarebbe stato coperto.

Mappe un po 'datate o meno, TomTom Rider 2 ha funzionato per portarci dove volevamo andare in vari test. Era ragionevolmente semplice capire il menu per effettuare le selezioni delle preferenze o collegare un indirizzo o un punto di interesse come destinazione. Il "grande" schermo QWERTY ha funzionato abbastanza bene con guanti di grandi dimensioni.

TomTom si affida alle mappe di TeleAtlas, che ha superato Garmin l'anno scorso, acquistando l'azienda per $ 2, 9 miliardi. TeleAtlas ha recentemente annunciato di essere stato valutato in modo indipendente con alcune mappe in Nord America, Canada e Messico fino al 10% più accurate rispetto al concorrente più vicino, e non abbiamo trovato motivo di dubitarne.

In alcuni casi, le indicazioni del Rider 2 avevano un po 'più senso delle rotte che Garmin in seguito scelse. Se avessimo deviato da un percorso programmato, tuttavia - a differenza del Garmin, che avrebbe tentato pazientemente e con insistenza di riportarci indietro verso la nostra destinazione - il TomTom non ha detto nulla e ci avrebbe lasciato andare via e perderci senza sbirciare.

Il problema più grande con Rider 2 è stato il display difficile da leggere. Il problema principale di TomTom è la sua grafica relativamente più fioca. Il layout della mappa può essere modificato in una varietà di combinazioni di colori per il giorno e la notte, ma in ogni caso hanno tonalità di sfondo colorate. Al contrario, Garmin utilizza sfondi bianchi luminosi per schemi diurni vivaci e, per gli schemi notturni, le linee bianche fanno ancora parte del mix.

Il Rider 2 (a sinistra) è molto difficile da vedere quando il sole è fuori.

E se ciò non bastasse, la luminosità totale del display di Rider 2 è notevolmente inferiore a quella del display di zūmo 660 quando entrambi sono impostati sulla massima luminosità. Questo può aiutare con il consumo della batteria quando non è collegato, ma in caso contrario aggrava il problema.

In uso, il Rider 2 era appena abbastanza luminoso in una giornata nuvolosa d'autunno, ed era sopraffatto a volte in giornate moderatamente soleggiate. Se dovesse affrontare una giornata di sole veramente luminosa, è dubbio che sarebbe all'altezza del compito se non fosse ben protetto.

TomTom aggiunge un piccolo scudo sulla parte anteriore dell'unità, ma a meno che uno non stia andando verso il sole, non serve a nulla. Se costretti a mantenere questo GPS, cercheremmo uno scudo aftermarket (sono disponibili) per circondarlo e ombreggiarlo per una possibilità di combattimento per vedere la grafica o per improvvisare una posizione di montaggio migliore.

E con il Rider 2, è ancora più importante vedere il display. Di fronte a diverse svolte tra cui scegliere - come in un'uscita autostradale a scelta multipla - il messaggio vocale dice solo girare a destra o a sinistra e non riesce a nominare la strada. In questi momenti, dovrai leggere il display per vedere a chi sta cercando di indirizzarti.

Almeno ascoltando queste indicazioni, l'auricolare Cardo Bluetooth ha funzionato correttamente. È venuto con un cavo di alimentazione per la ricarica domestica e si è tenuto in carica per le corse di oltre sei ore. Considerando che viene venduto separatamente per $ 149, 99, è un buon valore incluso. Se ricevi questo auricolare, avrai bisogno di un casco "Bluetooth abilitato" o possibilmente modificare quello esistente.

È importante avere l'altoparlante con supporto a strappo posizionato all'interno del casco sufficientemente vicino all'orecchio. Anche dopo averlo spostato a ciò che sembrava il più vicino possibile, la sua impostazione del volume più forte era appena sufficiente per ascoltare in autostrada. Cardo afferma che alcuni motociclisti ritengono di dover spostare l'altoparlante più vicino all'orecchio con un'ulteriore imbottitura in schiuma all'interno del casco, ma come testato, avremmo optato per un po 'più forte.

Se qualche funzione apparteneva veramente al dipartimento "che cosa stavano pensando ?!", era la mancanza di accesso alla batteria, sigillata all'interno della custodia avvitata.

Posando (sinceramente) come potenziale acquirente interessato, abbiamo chiamato il servizio clienti TomTom per informarci sulla manutenzione dell'unità. Il rappresentante ci ha informato in modo intelligente che la batteria non avrebbe mai bisogno di essere sostituita perché ricaricabile. Va bene, abbiamo risposto, ma anche le batterie agli ioni di litio hanno una durata limitata di circa 500 cicli di carica, e alla fine si esauriscono dopo pochi anni. Cosa poi? A questo punto, il rappresentante ha detto che se la batteria si guasta, dovremmo solo tenerlo collegato tutto il tempo. Abbiamo risposto che questa non è un'ottima opzione e abbiamo chiesto se il Rider 2 potesse essere rispedito a TomTom per sostituire la batteria? No, ha detto.

Se aveva ragione o no, era comunque ridicolo. Ci sono aziende aftermarket che vendono batterie per i fai-da-te, ma se si apre questa unità, non aspettarsi la copertura della garanzia e non si sa se influenzerebbe la sua resistenza all'acqua.

In sintesi, le principali caratteristiche di riscatto di Rider 2 sono le mappe presumibilmente leggermente più accurate e un prezzo molto più basso. Il suo prezzo consigliato è di soli $ 150 in meno rispetto agli zūmo 660, tuttavia molti venditori scontano significativamente il Rider 2, rendendo possibile acquistarlo per molto meno di quanto costa uno zūmo 660 scontato, soprattutto quando si considera il factoring di un auricolare acquistato.

Cosa c'è nella scatola?
Lowrance Endura Sierra GPS

Se stai pensando che ti potrebbe piacere il GPS sulla tua bici, ma non sei sicuro di essere pronto a impegnarti in un modello specifico per motociclette di fascia alta, il Lowrance Endura Sierra merita almeno una menzione d'onore.

Ufficialmente, Lowrance afferma che non stanno perseguendo il mercato GPS automobilistico, per non parlare del mercato motociclistico, quindi perché lo abbiamo testato?

Perché anche se manca alcune funzionalità presenti sul Garmin zūmo 550/660 specifico per la moto o TomTom Rider 2nd Edition, il GPS Lowrance Endura potrebbe essere in grado di fare il lavoro per te in bicicletta (o in auto), oltre ad aprire un mondo di opportunità anche per avventure su pista.

Endura Sierra è progettato come un robusto modello portatile orientato verso l'esterno, resistente all'acqua secondo le specifiche IPX7, il che significa che può sopravvivere a un inondazione sotto un metro di acqua per 30 minuti se necessario, e il suo touchscreen può essere azionato con guanti .

Come dispositivo di navigazione per motociclette, con l'aggiunta di una scheda microSD opzionale ($ 99), sarà pronto per l'uso con mappe stradali e istruzioni vocali per indicazioni dettagliate.

Certo, questo GPS non ha la capacità di auricolari Bluetooth wireless e un cavo di alimentazione CC per la bici, ma durerà più di un giorno con un paio di batterie alcaline AA (e si dice che le batterie usa e getta al litio durino il doppio).

Per ascoltare le indicazioni stradali, avrai bisogno di un auricolare adatto. Abbiamo trovato un set di cuffie stile auricolare economiche che funzionavano bene. Questi ci permettono anche di ascoltare i brani stereo da strada dal suo lettore MP3, una caratteristica che manca al TomTom Rider 2 più costoso.

Poiché l'Endura Sierra è piccola come un walkie-talkie, siamo riusciti a infilarlo in una tasca del cappotto e guidare senza ostacoli senza fili penzolanti. Se volevi montarlo in modo da poter vedere la sua mappa diagonale da 2, 7 pollici che sarebbe anche possibile con un piccolo sforzo.

Nel portarci dal punto A al punto B, non abbiamo avuto problemi e potevamo prevedere di utilizzarlo per un viaggio più lungo. Mentre la navigazione passo-passo non dà un nome alle strade verso cui ci ha indirizzato, ha offerto un buon grado di descrizione verbale e ha funzionato abbastanza bene. Ad esempio, direbbe di girare subito a destra o utilizzare altri termini qualificanti per aiutarti a scegliere la svolta corretta mentre sei sulla strada, invece di limitarti a "girare a destra". prendere.

Mentre abbiamo testato Endura Sierra, sia Sierra ($ 499 MSRP) o suo cugino Endura Safari GPS ($ 349 MSRP) possono essere utilizzati per la navigazione stradale con l'aggiunta della scheda microSD Road Nav da $ 99. Quindi, una volta arrivato a destinazione, puoi anche utilizzare uno di questi per un sacco di altre attività ricreative, se sei così incline.

Entrambe le unità Lowrance Endura offrono quanto segue:

Conclusione

Abbiamo riscontrato che Lowrance è l'ideale per la navigazione all'aperto, pur essendo in grado di eseguire la navigazione su moto su strada con la scheda microSD, l'auricolare e il supporto aftermarket Road Nav.

Il GPS, la scheda e i supporti combinati potrebbero costare meno delle unità specifiche per motocicletta, ma dovresti accettare alcuni sacrifici, tra cui dimensioni dello schermo più piccole e mancanza di funzionalità Bluetooth.

Lowrance Endura Sierra - Come testato: $ 598

Zoom con Garmin zūmo 660

Ecco cosa ottieni con Garmin zumo 660.

Garmin afferma che la custodia in plastica di zūmo 660 resiste ai danni causati dalla luce UV e dagli schizzi di carburante, ed è il primo GPS specifico per motocicletta dell'azienda dotato di un altoparlante esterno. Se hai davvero voglia di provare se è impermeabile, puoi accenderlo e immergerlo in un secchio d'acqua e ascoltare le istruzioni vocali: Garmin ci ha invitato a provarlo!

Detto questo, l'altoparlante è in realtà destinato esclusivamente all'uso automobilistico, per il quale questa unità è pronta per l'uso. Sono inclusi un supporto per sfera a ventosa (RAM) per parabrezza e un secondo supporto / cablaggio che si collega a una presa accendisigari / accessori.

Garmin non include un cavo di alimentazione domestica da 110 volt (come il TomTom in dotazione), ma collegandolo tramite il cavo USB a un computer ricarica la batteria agli ioni di litio.

La batteria e la connessione mini USB sono di facile accesso.

E per fortuna - a differenza di TomTom - Garmin consente una facile sostituzione della batteria da parte dell'utente. Sul retro è presente un meccanismo di rilascio perfettamente funzionante per staccare un pannello di accesso con guarnizione che rivela la batteria e la connessione mini USB per il collegamento del computer.

Da qui, si collega il suddetto cavo USB, che ha la funzione principale di collegare il GPS al software MapSource City Navigator di Garmin. Questo programma si installava senza problemi sul Mac, diceva che zūmo disponeva del software più recente e consentiva l'accesso ad esso per il download di mappe, ecc.

Ma dove Garmin non è all'altezza è la mancanza di cuffie incluse. Idealmente, si vorrebbe un design stereo wireless a due altoparlanti compatibile con il più sofisticato Bluetooth zDP di Advanced Audio Distribution Profile (A2DP), soprattutto se si desidera ascoltare il suo lettore MP3.

Capire le funzionalità di zūmo era in qualche modo più facile da intuire dell'interfaccia di Rider 2. E Garmin offriva pulsanti molto più grandi su cui puntare con i guanti rispetto al TomTom, optando per la sua pagina QWERTY con tastiera all-on-one-screen, o in particolare in "modalità grande". Con quest'ultimo, tuttavia, l'alfabeto su la tastiera numerata e numerata era distribuita su tre pagine dello schermo, per cui era necessario scorrere avanti e indietro tra le pagine per inserire un indirizzo di destinazione.

E, nel complesso, l'interfaccia grafica più pulita ha reso il Garmin più piacevole da usare. Sulla strada, la sua funzione Lane Assist mostrava quasi le accurate rappresentazioni pittoriche di cartelli stradali verdi in corrispondenza di incroci critici.

Anche con i guanti da equitazione, digitare i numeri su entrambe le unità non è stato un problema.

Le indicazioni sono arrivate tramite il software di mappatura di NAVTEQ, di proprietà di Nokia, e il principale rivale di TeleAtlas di TomTom. NAVTEQ si vanta che i suoi sistemi di navigazione di bordo sono i più utilizzati in Nord America ed Europa, e tra i clienti OEM vi sono BMW e Mercedes Benz.

Problemi o glitch erano pochi, ma la navigazione non era onnisciente, e come quella di TomTom, era un po 'datata anche se inizialmente il suo programma software ci diceva diversamente.

Lo scoprimmo quando non rappresentava un'uscita che era stata reindirizzata circa dieci mesi prima. In particolare, nel tentativo di fare un viaggio familiare nel Parco storico nazionale di Valley Forge, ha ignorato una (ora) svolta a sinistra legale, che prima non esisteva.

È stato un po 'sconcertante vedere l'ingresso del parco in bella vista a soli 250 iarde a sinistra, mentre il Garmin dirigeva una svolta a destra lontano dalla sua destinazione, e una serie successiva di svolte a destra per una deviazione di un miglio e mezzo allo stesso ingresso che aveva appena ignorato.

In un'altra occasione, l'auricolare Cardo ha inspiegabilmente smesso di parlare (mentre il GPS ha continuato a mostrare reciprocamente dove rivolgersi). Ha ripreso a funzionare solo dopo aver spento e riavviato il GPS. Inoltre, alcune rotte erano leggermente più rotonde rispetto alle stesse rotte mappate dal Rider 2 (entrambe erano impostate per prendere la strada "più veloce").

Un altro problema era che le stime sulla distanza erano talvolta corrette, altre volte lontane. A volte anticiperebbe bene i cambiamenti di rotta. Abbiamo rapidamente imparato a ignorarlo, tuttavia, quando diceva qualcosa del tipo: "vai dritto per 200 metri", e questo ci avrebbe guidato su un marciapiede, nel prato di un parco di uffici aziendali, o "gira a sinistra sulla strada XYZ in 300 metri, "Quando in realtà era a circa 30 piedi di distanza.

Questo vale per il territorio con questa tecnologia ancora in erba, tuttavia, sebbene evidente, non ha impedito una navigazione di successo.

Se hai familiarità con la linea nüvi di Garmin per autoveicoli GPS di Garmin, zūmo è essenzialmente come uno di quelli, ma costruito per la bici e con un prezzo simile.

Il prezzo consigliato di zūmo di $ 799, 99 è un paio di centinaia in più rispetto al nüvi 765T equipaggiato in modo simile (ma non resistente all'acqua o agli urti).

E dopo aver esplorato le offerte online, l'attuale prezzo di strada di zūmo è di circa tre-quattrocento dollari in più rispetto ai prezzi di strada più bassi del Rider 2. In linea di principio, questo è un po 'fastidioso, perché è dubbio che il suo costo di produzione sia molto di più, e un pilota avrebbe comunque bisogno di acquistare un auricolare.

Cosa c'è nella scatola?

Conclusione

Abbiamo iniziato dicendo che TomTom e Garmin sono gli unici due principali fornitori di unità GPS specifiche per moto nel mercato nordamericano. Alcuni potrebbero sottolineare che BMW, Harley-Davidson e Honda forniscono tutti un GPS opzionale. Questo è vero, ma se non lo sai già, sono tutti realizzati da Garmin.

I rivenditori offrono anche unità GPS crossover, outdoor e orientate al mare dotate di mappe stradali che possono funzionare su una bicicletta, ma attualmente l'impegno nei confronti dei motociclisti come consumatori primari è venuto solo dai produttori dei due prodotti recensiti.

E come puoi vedere, nessuno dei due è perfetto, ma entrambi possono portarti dove vuoi andare.

Tuttavia, è stato lo zūmo 660 ad avere meno problemi e sembra essere stato progettato in modo più accurato, come evidenziato dalla batteria accessibile, dall'altoparlante esterno impermeabile e dallo schermo più grande e luminoso.