Anonim

Prima di approfondire troppo questo rapporto sulla Honda CBR250R del 2011, voglio scusarmi.

Scusatemi per chiunque abbia sentito forti urla e urla provenire da un razzo nero volante sulla Don Valley Parkway a sud di Queen St. questa mattina. Sono abbastanza sicuro che nessuno potesse sentire il tifo gioioso attraverso il mio casco o sopra il rumore del vento, ma se lo hai fatto, mi scuso.

Mi stavo divertendo troppo durante il mio tragitto verso il centro di Toronto. Con una corsia spalancata davanti a me e l'acceleratore completamente spalancato, non potei fare a meno di urlare mentre il numero sul tachimetro digitale continuava a salire.

Voglio anche scusarmi con tutti gli altri motociclisti là fuori per aver dissipato la teoria secondo cui chiunque in sella a una motocicletta è automaticamente cool. Perdona la mia esuberanza nerd e incolpa la mia mancanza di esperienza.

Ti ricordi sempre il tuo primo. Nel mio caso, la mia prima corsa è stata la nuova Honda CBR250R del 2011.

First Ride

Questa recensione è un po 'diversa dai rapporti tipici della nostra banda più esperta di editor di Motorcycle.com . Kevin, Pete, Tom e Troy hanno anni di esperienza di guida su una vasta gamma di motociclette.

La mia esperienza personale è stata limitata alla guida di incrociatori Yamaha Virago 250 modificati (aka V-Star 250) su un percorso chiuso al Humber College Motorcycle Rider Training Program (se non hai ancora letto il rapporto Rider Training, ecco la tua occasione!), quindi non ho la stessa base per fare confronti.

Quando ho ritirato la CBR250R dal quartier generale della Honda Canada, era la mia prima volta in viaggio con una vera moto legale, rendendola un rapporto letterale di “prima corsa”.

Seguendo l'industria motociclistica come ho fatto io e leggendo diversi rapporti aneddotici sui forum online, ho letto innumerevoli storie di nuovi ciclisti che si sono schiantati sulle loro biciclette mentre tornavano a casa dalla concessionaria. Questi racconti possono o meno essere miti urbani basati su alcuni casi isolati, ma erano soprattutto nella mia mente. Mi sono assicurato di essere preparato. Ho seguito l'allenamento del ciclista e ho indossato tutti i miei indumenti protettivi.

Ho anche chiesto l'aiuto del mio amico per guidarmi fino al quartier generale della Honda e seguirmi a casa, cosa che penso che ogni nuovo pilota dovrebbe prendere in considerazione quando prende la sua prima bici. Mi ha aiutato il fatto che il mio amico, Paul Marissette, fosse un ufficiale delle forze dell'ordine, quindi avevo una vera scorta di polizia, ma è bello avere qualcuno con me per creare spazio nel traffico intorno a me e aiutare in caso di problemi.

Il programma di allenamento del ciclista mi ha insegnato molte cose importanti sull'andare in moto, ma piccoli dettagli come regolare gli specchietti o cancellare un segnale di svolta che ho dovuto imparare da solo.

Salendo in sella per la prima volta, mi sono preso un momento per familiarizzare con i comandi. I Viragos di Humber non avevano gli indicatori di direzione, quindi mi sono preoccupato di imparare ad attivare i segnali del CBR250R con il pollice. Anni di esperienza di guida in auto mi hanno insegnato a cancellare i miei segnali premendo l'interruttore nella direzione opposta, ma mi ci è voluto un po 'di tempo per abituarmi a premere un pulsante per spegnere il lampeggiante. Il pulsante del clacson è posizionato appena sotto l'interruttore degli indicatori di direzione e, anche dopo settimane di guida, ogni tanto continuo a suonare il clacson quando provo ad annullare un segnale di svolta. È qualcosa a cui dovrò abituarmi con il tempo.

Il CBR250R è iniettato di carburante, quindi non ho dovuto giocherellare con uno starter, una cosa in meno di cui preoccuparmi. Gli specchi tuttavia hanno impiegato un po 'di tempo per posizionarsi correttamente. Guardando i due specchi alla fine dei lunghi steli attaccati alla carenatura, mi sono subito reso conto di quanto siano più piccoli rispetto a quelli trovati su un'auto.

I poggiapiedi sono in una posizione abbastanza neutra, rispetto al posizionamento dell'incrociatore in avanti sulla Virago. Questo mi è sembrato più naturale, personalmente, anche se posso vedere come una posizione di seduta simile a quella di una macchina potrebbe essere utile per altri nuovi ciclisti. Mi ci è voluto un po 'di tempo per adattarmi alla nuova posizione del piede. Con la Virago, ho potuto tenere la punta del piede comodamente sospesa sul controllo del freno posteriore, ma come Paul mi ha detto dopo essere arrivato in sicurezza a casa, cercando di farlo sulla CBR250R, spesso guidavo con la luce del freno accesa mentre la punta del piede premeva leggermente sul pedale. Un'altra modifica che dovevo fare.

Fu solo quando vidi delle mie fotografie che mi resi conto di quanto fosse piccola la CBR250R. Dalla sella, non sembra affatto piccolo.

Il manubrio è in una posizione comoda e potrei sedere piuttosto dritto in sella. Questo mi ha dato un buon punto di vista per vedere il traffico intorno a me e ho potuto vedere facilmente sopra un'auto davanti a me, qualcosa che non potevo fare guidando sulla mia Nissan.

Il viaggio verso casa è stato attento e deliberato, con traffico leggero e poche curve, in particolare a sinistra. C'è stato un momento quasi di panico durante una svolta a sinistra. Ero nel mezzo dell'incrocio in attesa di un'apertura per fare il mio turno. Una macchina stava viaggiando rapidamente nella corsia in avvicinamento quando la luce divenne di colore ambra.

All'inizio, ho pensato che la macchina avrebbe provato a correre attraverso la luce, ma sono stato colto alla sprovvista quando l'autista si è fermato rapidamente. Ho iniziato a muovermi in avanti ma ho lasciato uscire la frizione troppo rapidamente e ho fermato il motore, proprio nel mezzo dell'incrocio con la luce che cambiava. Fortunatamente, gli altri piloti intorno a me erano pazienti e sono stato in grado di riavviare rapidamente il motore e completare il turno, anche se è stato fatto piuttosto imbarazzato. Ancora una volta, mi scuso per aver dissipato il mito di Cool Biker.

Ogni giorno è il giorno della corsa al lavoro

Dopo un fine settimana di pratica su piccole strade residenziali e brevi viaggi in città, ero pronto a guidare la CBR250R per lavorare per la prima volta. In genere, se stavo guidando al lavoro, avrei preso l'autostrada senza pedaggio fino all'ufficio, ma sapevo che non ero ancora pronto a provare a guidare sulle autostrade. Invece, ho tracciato un nuovo percorso attraverso le strade della città e mi sono imbattuto in un gioiello di strada.

Bayview Avenue è una via popolare per i motociclisti. Accanto al fiume Don, di fronte alla Don Valley Parkway, Bayview è una strada lunga e panoramica con curve ampie, numerosi dislivelli, pochi incroci e poco traffico sorprendente. È anche una delle poche strade cittadine a Toronto con un limite di velocità di 70 km / h (43 mph), poiché la maggior parte delle strade è limitata a 60 km / h (37, 3 mph). Percorrendo questo itinerario per la prima volta, ho immediatamente visto l'appello per i motociclisti e ho visto molti altri ciclisti che viaggiano su Bayview in entrambe le direzioni. Sono stato in grado di cavalcare una buona clip e la facilità con cui sono stato in grado di appoggiare la CBR ha reso la corsa molto divertente.

Non pensavo che l'avrei mai detto, ma andare al lavoro è divertente quando sei in bici.

Divertente quanto fornito da Bayview, il suo più grande difetto era che non portava direttamente alla porta d'ingresso dell'ufficio. Bayview mi portò quasi in centro, ma dovevo ancora percorrere una strada più lenta e più affollata per attraversare il centro. Con più macchine, diversi incroci e seguendo un tram che faceva fermate frequenti, l'ultimo miglio verso l'ufficio era molto lento.

Ma questo era il tipo di andare in bicicletta come la 250 era buono per. Con un picco di potenza di 22, 6 CV, la CBR ha abbastanza potenza per una guida stop-and-go. Una moto più grande e più potente sarebbe probabilmente più frustrante guidare in questo scenario. La frizione è facile da controllare e il cambio frequente in entrata e in uscita dalla prima marcia non è un problema.

Quando finalmente arrivai in ufficio, controllai l'orologio e fui sorpreso, anche con quel lento tratto finale, che mi ci vollero circa 45 minuti per fare il pendolarismo di 20 miglia, circa lo stesso tempo che avrei impiegato a guidare lavorare prendendo l'autostrada senza pedaggio fino al centro della città. Poiché il parcheggio per motociclette è gratuito a Toronto, sono stato in grado di parcheggiare rapidamente e comodamente dall'altra parte della strada rispetto all'ufficio. Se avessi guidato la mia Nissan Altima al lavoro, avrei dovuto dedicare qualche minuto in più alla ricerca di un parcheggio che avesse ancora spazio, per non parlare dei costi di parcheggio di oltre $ 12 a $ 15.

La vita è un'autostrada

Una delle maggiori preoccupazioni che ho avuto sulla CBR250R era come avrebbe gestito le alte velocità della crociera in autostrada. E non sono stato solo io. Parlando con i miei amici e familiari, ho sentito diverse variazioni su un tema comune: "non andrai in autostrada con quello, vero?"

Bene, alla fine ho fatto, come illustrato dai miei exploit sulla Don Valley Parkway, una superstrada di 90 chilometri all'ora (56 mph a voi Yanks) che corre dalla periferia al centro di Toronto. Il CBR250R è più che in grado di tenere il passo con la velocità del traffico.

Raggiungere 60 mph richiede pochissimo sforzo, e questo è con la mia circonferenza da 240 libbre, l'equipaggiamento da equitazione e uno zaino. Arrampicarsi a 70 mph richiede un po 'di lavoro ma è facilmente gestibile, mentre il parabrezza ha fatto il suo lavoro con abilità. Durante il volo, ho raggiunto una velocità di poco più di 80 mph prima che il vento e le vibrazioni attraverso il manubrio diventassero più un problema. Probabilmente avrei potuto spingerlo dalla metà alla metà degli anni '80, ma come nuovo pilota sapevo che mi stavo avvicinando al mio limite prima della CBR250R.

Carburatore

La mia economia di carburante è migliorata man mano che mi abituavo maggiormente alla guida e alla scelta di percorsi migliori.

Una delle cose migliori che mi piace guidare fino ad ora è riempire il serbatoio del gas e ottenere ancora il cambio per un conto di $ 10. Ho tenuto traccia del mio consumo di carburante durante le poche settimane in cui ho guidato la CBR250R e, certamente, i dati sul consumo di carburante per la mia prima settimana sono stati di circa 40 mpg, un grande miglioramento rispetto al 23 mpg della mia Nissan, ma abbastanza pedonale per una motocicletta. Certo, non mi aiutava ancora ad abituarmi a guidare e cambiare marcia manualmente, in più passavo molto tempo bloccato nel traffico in città con il motore al minimo sotto di me.

Dopo più tempo ed esperienza e aggiungendo viaggi in autostrada al mio repertorio, i miei dati sul consumo di carburante sono migliorati notevolmente. Con un mix di autostrade e strade cittadine, sono stato in grado di ottenere 64 mpg, quasi tre volte meglio dell'Altima.

La Honda CBR250R ha un indicatore digitale del carburante con sei barre che indicano un serbatoio pieno da 3, 4 galloni. Ogni barra rappresentava quindi circa 0, 57 galloni di gas. Mentre l'indicatore del carburante ha fornito una buona stima della quantità di carburante che avevo lasciato, a volte l'ho trovato un po 'impreciso. Spesso, quando accendo il CBR, l'indicatore del carburante mostrava una barra in meno rispetto a quando parcheggiavo la bici. Una notte avevo lasciato la moto nel mio garage con due barre sul manometro ma quando mi sono preparato per guidare la mattina, l'indicatore del carburante era sceso a una barra e stava lampeggiando. Mentre mi dirigevo verso una vicina stazione di benzina, l'indicatore tornò a due barre.

L'accuratezza dell'indicatore del carburante sembra essere un problema comune per molti motociclisti e molti motocicli non hanno nemmeno un indicatore del carburante. Per un nuovo pilota, avere un indicatore del carburante è importante in quanto ci sono già molte altre cose da tenere a mente senza doversi preoccupare di tenere traccia del chilometraggio e dell'uso del carburante, quindi dovrei essere grato che il CBR250R abbia almeno un indicatore, ma potrei fare a meno di preoccuparmi dell'ultima battuta di ciglia.

Pensieri finali

Devo ammetterlo. Ho preso il bug. Adoro guidare e mi manca quando non riesco a guidare.

C'è stato un leggero incidente durante il mio periodo con la CBR250R. Sono tornato al CBR alla fine della giornata lavorativa e mi sono reso conto che qualcuno aveva rovesciato la bici durante il giorno prima di rimetterla in posizione verticale. Lo specchio sinistro e gli indicatori di direzione presentavano alcuni danni superficiali e sulla carenatura c'erano alcuni segni.

La leva della frizione, tuttavia, era piegata verso l'esterno. Meccanicamente, non c'è stato alcun problema con la bici, anche se era scomodo usare la leva della frizione nel modo in cui si arricciava dalle mie dita. Ho dovuto portare la CBR in Honda per un controllo e una sostituzione della leva della frizione. Ciò mi ha lasciato senza moto per un breve periodo.

E ragazzo mi è mancato.

Mi mancherà il piccolo CBR250R dopo averlo restituito.

Ancora peggio, il tempo era molto più bello di quando avevo la bici. Non c'era molta pioggia o umidità e le temperature erano in realtà più fresche a Toronto all'inizio dell'estate rispetto alla tarda primavera. Ed eccomi lì, di nuovo in transito pubblico, pieno di tutte le altre sarde.